ISSNe: 2465-1427

Il seme e l'albero. Rivista di scienze sociali, psicologia applicata e politiche di comunità

Il seme e l'albero. Rivista di scienze sociali, psicologia applicata e politiche di comunità

WeltElectronic

Cerca (per autore, titolo, contenuto, tag)

Elenco autori

N° 1/2019 Luglio 2019

Volume 5


Sommario:

 

 

EDITORIALE

 

 

Il 2019 è un anno di transizione, tanto per la Fondazione Istituto Andrea Devoto, quanto per la rivista che ne racconta la mission. Le circostanze straordinarie hanno condotto alla pubblicazione di un numero unico per quest’anno, attraverso cui si pubblica in Italia DIGNITY & WELL-BEING. Practical Approaches to Working with Homeless People with Mental Health Problems, un manuale di buone pratiche per il terzo settore, in merito alle problematiche relative alle persone senza dimora con problemi di salute mentale. Tale lavoro è nato all’interno del progetto Dignity & Well-being: Exchange for changing all’interno del programma dell’Unione Europea Erasmus+. Hanno partecipato otto nazioni: Portogallo, Danimarca, Polonia, Belgio, Spagna, Grecia, Irlanda e Italia, rappresentata da Istituto Andrea Devoto – Istituto di ricerca sulla marginalità e le polidipendenze - O.N.L.U.S. questo progetto europeo ha visto impegnati professionisti di ambito sanitario, in particolare psichiatri e psicologi, e di ambito sociale, in un’importante esperienza di scambio e condivisione.

[...]

DOI: 10.17386/SA2019-005001

 

 

EDITORIALE

 

 

Il 2019 è un anno di transizione, tanto per la Fondazione Istituto Andrea Devoto, quanto per la rivista che ne racconta la mission. Le circostanze straordinarie hanno condotto alla pubblicazione di un numero unico per quest’anno, attraverso cui si pubblica in Italia DIGNITY & WELL-BEING. Practical Approaches to Working with Homeless People with Mental Health Problems, un manuale di buone pratiche per il terzo settore, in merito alle problematiche relative alle persone senza dimora con problemi di salute mentale. Tale lavoro è nato all’interno del progetto Dignity & Well-being: Exchange for changing all’interno del programma dell’Unione Europea Erasmus+. Hanno partecipato otto nazioni: Portogallo, Danimarca, Polonia, Belgio, Spagna, Grecia, Irlanda e Italia, rappresentata da Istituto Andrea Devoto – Istituto di ricerca sulla marginalità e le polidipendenze - O.N.L.U.S. questo progetto europeo ha visto impegnati professionisti di ambito sanitario, in particolare psichiatri e psicologi, e di ambito sociale, in un’importante esperienza di scambio e condivisione.

Alla base di questo progetto c’è un precedente progetto europeo (SMES-Europa), Dignity and Well-Being, i cui risultati sono stati presentati a cura di Fabio Bracci sul numero 1/2018 di questa rivista. Il nuovo progetto eredita le stesse strategie del precedente (analisi dei casi dei profili e visite ai servizi) per raggiungere un nuovo obiettivo: lo sviluppo di un manuale che possa essere utile per la formazione dei professionisti al lavoro con persone senza dimora con problemi di salute mentale. Il progetto si è svolto in sette incontri in varie nazioni europee, tra cui quattro workshops, momenti di intenso lavoro e di opportunità di coinvolgere la politica e l’amministrazione locale, rafforzando la rete locale e europea insieme. Inoltre l’eterogeneità del gruppo ha contribuito a incrementare la ricchezza di punti di vista, plasmando le dinamiche e i processi del lavoro di gruppo che hanno dato vita a questo manuale.

Rappresentante per la Fondazione Devoto in questo progetto è stato Jacopo Lascialfari, che ha contribuito alla stesura del testo.

 

 

La redazione


Questo manuale presenta una serie di prospettive e punti di vista su senza dimora e salute mentale. È il risultato di un lavoro, o meglio di un percorso durato tre anni, realizzato da un gruppo di professionisti appartenenti a sette diverse organizzazioni del settore sociale e sanitario. Il manuale è composto da sette sezioni dedicate a quattro pilastri (assistenza sociale, salute mentale, accoglienza e reinserimento) e a tre azioni (lavoro di rete, outreach e staff care), travi che li collegano e li tengono insieme per un coerente intervento a favore delle persone senza dimora. Consideriamo i quattro pilastri come aspetti fondamentali del lavoro con le persone senza dimora con problemi di salute mentale, nel rispetto della loro dignità e benessere.

DOI: 10.17386/SA2019-005002
Keywords: